giovedì, febbraio 23, 2006

Il marchio perenne del XXI secolo

IL MARCHIO PERENNE DEL XXI SECOLO
EDUARDO JUÁREZ*
ECUATIMES/Altercom

Il presidente Bush ha firmato come legge il nuovo ATTO CONTRO LA VIOLENZA DOMESTICA, conosciuto come VAWA 2005, che include l' «Atto delle Impronte Digitali DNA», destinato a raccogliere i DNA di tutti gli immigrati che siano stati semplicemente denetuti, con l'obiettivo di includerli in un registro nazionale, noto come CODIS.

Questa legge identifica direttamente gli immigrati come criminali, giacchè si comincerà a prelevare il DNA a coloro che violano le leggi sull'immigrazione o che sono detenuti per accertamenti alla frontiera, anche se questa è una violazione civile.

Il prelievo del DNA coinvolgerà gli immigrati implicati in processi giudiziari, senza che abbia importanza la gravità del loro caso o la colpevolezza; i giovani che hanno commesso un delitto minore (misdemeanor) perchè le banche dati degli stati verranno incluse in quelle federali; e gli immigrati detenuti nel caso di retate sui posti di lavoro, o in situazioni dove hanno luogo detenzioni ingiuste e momentanee.

Si stima che questa legge creerà un sistema di identificazione che promuove arresti basati su profilo razziale. Cittadini che sembrano od hanno accento straniero saranno vittime del prelievo del DNA, se non dimostrano la loro nazionalità.

Il timore esistente nel popolo nordamericano porta i suoi rappresentanti eletti a stabilire leggi che utilizzino l'immigrato come capro espiatorio, ma che danneggiano tutta la popolazione.

La promulgazione di questa legge, come di altre che limitano le protezioni legali degli immigrati, deve essere presa in considerazione molto seriamente dai residenti permanenti e soprattutto dagli immigrati senza documenti.

Se non ha ancora cominciato la sua procedura per ottenere la residenza non aspetti oltre.

Se è un residente permanente, cominci la procedura per la cittadinanza immediatamente.

In entrambi i casi, esistono molti programmi per assisterla.

*EDUARDO JUÁREZ. Ha studiato sociologia, diritto internacionale e si è specializzato in Immigrazione. Nel 1973 diede vita alla la Fondazione Internazionale del Migrante, un'istituzione senza fini di lucro creata per educare, aiutare e difendere gli immigrati. Nel 1984 fondò la Coalizione Multiculturale Americana e la Celebrazione Internazionale delle Culture, conferenze alle Nazioni Unite, la Sfilata ed il Festival per promuovere relazioni interculturali. Con l' obiettivo di dare risalto all'apporto degli immigrati, Juárez fonda nel 2003 "L'Edificio del Migrante", situato in 7 West della 44° Street a Manhattan, NYC, dove la fondazione continua a sviluppare programmi che migliorino la qualità della via degli immigrati. Attualmente si adopera anche come scrittore, conferenziere, esperto d' immigrazione nel giornale La Prensa, ed ospite de La Voz del Inmigrante programma radiofonico e televisivo.

************************************

ECUATIMES
ecuatimesny@yahoo.com
Rosa Blanca Ponce
Directora General
Tel. 593.9.780-9483

************************************

ALTERCOM
http://www.altercom.org
Originale su Rebelion

Tradotto dallo spagnolo all'italiano da Davide Bocchi, membro di Tlaxcala, la rete di traduttori per la diversità linguistica . Questa traduzione è in copyleft.

Nessun commento: