domenica, giugno 11, 2006

Chi suicida chi, a Guantanamo?

11/06/06 - Chi suicida chi, a Guantanamo?
Dal Collettivo Guantanamo, Francia, 11 giugno 2006

Due sauditi e uno yemenita rinchiusi nel campo di detenzione di Guantanamo sono stati trovati impiccati con le loro lenzuola sabato 10 giugno 2006. Si tratta dei primi morti ufficiali di Guantanamo. Come hanno potuto impiccarsi, dato che sono costantemente sorvegliati a vista e con telecamere a circuito chiuso 24 ore su 24? Come possono essersi dati la morte dei musulmani, presunti combattenti della Jihad, considerato che il suicidio è vietato dalla Sharia?
Il Contrammiraglio Harris, comandante della base di Guantanamo, ha la risposta: i detenuti, ha dichiarato, sono "scaltri, creativi e decisi". Secondo lui questi "suicidi" non sono "un atto di disperazione" ma il risultato di un'"azione concertata per screditare l'America".
Concertata con chi? Con quale mezzo di comunicazione? La telepatia?
Qui si raggiungono vette ineguagliate di perversità.
I martiri di Guantanamo costeranno cari ai loro torturatori e assassini.

Collettivo Guantanamo, 00 33 6 13 99 28 86, collectifguantanamo@yahoo.fr.

Potete trovare tutte le informazioni sul Collettivo Guantanamo sul sito internet http://quibla.net

Tradotto dal francese in italiano da Mirumir e revisionato da Davide Bocchi, membri di Tlaxcala, la rete di traduttori per la diversità linguistica (www.tlaxcala.es ). Questa traduzione è in copyleft.

Nessun commento: