venerdì, marzo 23, 2007

I dieci più grandi errori in Iraq durante gli scorsi 4 anni

I dieci più grandi errori in Iraq durante gli scorsi 4 anni

di Juan Cole

10. Rifiutarsi di licenziare il Segretario della Difesa Donald Rumsfeld quando la sua incompetenza e il suo sadismo sono apparsi evidenti nell'intensificarsi della guerriglia e nello scandalo delle torture di Abu Ghraib.

9. Rifiutarsi di intervenire nell'economia collassata del paese o di aiutare le industrie statali irachene a rimettersi in marcia, motivandolo con il fatto che il "mercato" avrebbe magicamente prodotto prosperità.

8. Invadere e distruggere la città araba sunnita di Fallujah nel novembre 2004 e poi spingere gli arabi sunniti tra le braccia dell'esercito degli insorti per protesta, facendo sì che boicottassero le elezioni parlamentari del gennaio 2005; boicottaggio che li ha esclusi dal potere e dalla possibilità di avere una voce significativa nella stesura della nuova costituzione, che hanno disconosciuto.

7. Annunciare improvvisamente che gli Stati Uniti avrebbero "ucciso o catturato" il giovane religioso sciita nazionalista Muqtada al-Sadr nella primavera del 2004, mettendo il paese in fermento per mesi.

6. Rispondere alle provocazioni della guerriglia baathista con pesanti missioni di "cerca e distruggi" che hanno umiliato e fatto crescere ancora di più la rabbia tra i clan arabi sunniti, spingendoli a sostenere o ad unirsi alla nascente guerriglia.

5. Mettere sciiti vendicativi a capo della commissione di de-baathificazione, che ha licenziato decine di migliaia di impiegati statali arabi sunniti per aver semplicemente fatto parte del partito Baath, lasciando un enorme numero di sunniti indigenti e senza speranza di trovare lavoro.

4. Sciogliere l'esercito iracheno nel maggio 2003, mandando a casa 400.000 uomini disoccupati, pieni di rancore e pesantemente armati.

3. Permettere diffusi saccheggi dopo la caduta di Saddam Hussein il 9 aprile 2003, dichiarando "sono cose che capitano", "la democrazia fa casino", e "in fondo quanti vasi potranno avere?" – mostrando che non ci sarebbero stati seri tentativi di garantire legge e ordine nell'Iraq americano.

2. Pianificare di installare il finanziere corrotto, noto bugiardo e losco manovratore Ahmad Chalabi come dittatore bonario dell'Iraq, rifiutando un piano per un'amministrazione postbellica del paese perché avrebbe potuto mandare all'aria l'incoronazione di Chalabi.

1. Invadere l'Iraq.

Fonte: Informed Comment

Traduzione di Andrej Andreevič

Nessun commento: