mercoledì, agosto 20, 2008

La sarkozizzazione dei media francesi

[Breve pausa dalle vicende del Caucaso per osservare quello che sta succedendo nei media francesi (senza farci ingannare da quest'aria un po' Sturm der Liebe). Volendo approfondire e motivare la sensazione di inquietudine, c'è questo articolo sul licenziamento di un capo redattore di France Monde. E per quali motivi, leggete un po'. Così, tanto per capire che aria tira lì].

La sarkozizzazione dei media francesi

da Voltaire Net

Martin Bouygues, proprietario della principale catena televisiva francese, TF1, ha confermato la nomina di Jean-Claude Dassier alla direzione dell'inforrmazione di TF1 e quella di Laurence Ferrari come nuova presentatrice del telegiornale delle 20, al posto di Patrick Poivre d'Arvor, che aveva questo incarico da 21 anni.

Martin Bouygues è un miliardario vicino al presidente Nicolas Sarkozy. È stato testimone al suo matrimonio con Cécilia e ha tenuto a battesimo il loro figlio Louis.

All'indomani dell'elezione presidenziale, Martin Bouygues ha nominato il direttore aggiunto della campgna elettorale di Sarkozy, Laurent Solly, direttore aggiunto di TF1.
Jean-Claude Dassier era candidato dell'UMP (il partito di Nicholas Sarkozy) nella cittadina di La Teste-de-Buch alle ultime elezioni municipali. È il padre di Arnaud Dassier, consigliere per la comunicazione internet di Nicholas Sarkozy e direttore della comunicazione internet dell'UMP.

Il telegiornale delle 20 di TF1 è la principale fonte d'informazione dei francesi. Ottiene spesso il 40% degli ascolti (circa 8 milioni di telespettatori).

Secondo il Daily Telegraph, Laurence Ferrari avrebbe avuto una relazione con Nicolas Sarkozy quando il suo matrimonio con Cécilia stava per concludersi. Una fonte vicina all'Eliseo sostiene che la giornalista si sarebbe separata dal marito, Thomas Hugues, dopo un weekend intimo col presidente a Marrakesh, ma che avrebbe dovuto cedere il posto alla modella italiana Carla Bruni, selezionata dal consigliere delle comunicazioni della presidenza. Le riviste francesi Closer e Metro, che avevano dato notizia della relazione, sono state condannate su richiesta della Ferrari per "attacco alla vita privata", benché questa informazione sia indispensabile per la comprensione politica del nuovo paesaggio mediatico francese.

Fino all'estate del 2006, il sostituto di Patrick Poivre d'Arvor al telegiornale delle 20, nei weekend e durante le vacanze era Thomas Hugues (allora marito della Ferrari). È stato messo nell'angolo e rimpiazzato a partire dal giugno 2006 da Harry Roselmack, la cui nomina non è stata annunciata da Martin Bouygues ma da Nicolas Sarkozy, decisamente molto previdente.

Nessun commento: