venerdì, settembre 05, 2008

Uno azero

La cruciale tappa azera del tour di Cheney a quanto pare è andata male. All'aeroporto di Baku il vice presidente degli Stati Uniti non ha trovato ad accoglierlo né il presidente Aliev né il primo ministro Rasizade: c'erano solo il vice primo ministro e il ministro degli Esteri.
Il quotidiano Kommersant' riferisce che l'incontro con Aliev è stato teso, benché tra i due ci fossero rapporti piuttosto cordiali che risalgono ai tempi in cui Cheney era all'Halliburton e Aliev era vice presidente della compagnia petrolifera dell'Azerbaigian (SOCAR). Aliev comunque ha messo in chiaro che il suo paese non intende mettersi contro Mosca (e poi gli azeri sono grati alla Federazione Russa per aver risparmiato l'oleodotto BTC, sul cui bombardamento si era speculato a destra e a manca a Ovest) e dunque ha espresso riluttanza a proposito del progetto Nabucco (per il quale il gas azero è fondamentale).
Cheney, indispettito alquanto, si è perfino rifiutato di presenziare alla cena in suo onore.
Fonte Kommersant (RUS).

Nessun commento: